» Punti vendita gioielli Pandora in provincia di Bologna collana di fascino di pandora

Punti vendita gioielli Pandora in provincia di Bologna

I rivenditori autorizzati Pandora gioielli donna in provincia di Bologna.

RISI GIOIELLI
Via Oberdan, 3
40126 – Bologna
051 228992

IL GIOIELLO
Via Emilia, 143
40068 – San Lazzaro di Savena (Bo)
051 460517

torna a Pandora

torna alla HOME


Back to top
collana di fascino di pandora

pandora butik
Pandora Händler
pandora charms store locator
sitio web de pandora
pandora charms à vendre Leggere Romanticamente e Fantasy

martedì 28 novembre 2017

Eventi & Interviste: Scarlett Thomas a Bookcity


Nella sala stampa di Bookcity, al Castello Sforzesco, io e una quindicina di altre blogger siamo state invitate ad un'intervista speciale a Scarlett Thomas per discutere del suo ultimo libro, Dragon's Green, primo volume di una nuova saga fantasy per ragazzi. 
Ringrazio Antonella Sarandrea e la Newton Compton per questa opportunità.



- Nel tuo romanzo, a parte l'ovvio pensiero rivolto ad Harry Potter, ci ho trovato diversi altri pilastri della mia infanzia: La trilogia di inchiostro, la storia infinita… quindi mi chiedevo quale fosse il tuo background per aiutarti a scrivere un libro così. Quando ero una ragazzina leggevo di tutto: Enid Blyton, che magari non era tanto adatta a quell'età, Diana Wynne Jones, T. H. White... Ero una divoratrice di libri: andavo in biblioteca e qualunque libro trovassi lo prendevo. Ne ho letti così tanti che faccio fatica a ricordarli. Leggevo qualsiasi libro che parlasse di magia. Quindi è un background molto vasto.

- Ogni tuo romanzo riesce a differenziarsi dagli altri, anche per quanto riguarda la fascia di età. Questa volta è rivolta ai bambini, come mai? Quando arrivò l'idea per il libro era molto in crisi, stavo male, ero sempre molto stanca. E, durante un lungo viaggio in macchina con il mio compagno, arrivai in un luogo chiamato Dragon's Green  e pensai che fosse un nome bellissimo. Quindi gli dissi che se, mai avessi scritto un libro per bambini, lo avrei intitolato in quel modo. Lui mi chiese se ne avessi l'intenzione e io risposi di no, perché era era l'ultima cosa che avessi in mente di fare. Mi sono sempre considerata una romanziera che scrive libri seri per adulti, ma in realtà nella mia mente si stava già formando il libro. Avere la possibilità di fare l'esatto contrario di quello che avevo fatto fino ad allora mi ha fatto sentire molto più libera. Mi ha anche consentito anche di prendere decisioni fondamentali per la mia vita.

- Come hai fatto a caratterizzare tutti i personaggi e a quale sei più affezionata o che ti suscita più emozioni? Non sapevo all'inizio che il libro avrebbe avuto 5 personaggi principali. Ho iniziato pensando ad Effie, che per certi aspetti è me, quando spero di essere più coraggiosa e di poter vivere delle avventure. Poi con Max, in cui bontà e oscurità vanno di pari passo: mi piaceva l'idea che l'oscurità non fosse necessariamente una cosa negativa. Poi è arrivata la guaritrice Lexi. Wolf all'inizio è un po' un bullo, ma è anche molto leale e coraggioso. E lo sto approfondendo molto ora che sto scrivendo il terzo libro. Amo Raven: lei è cresciuta in un ambiente più benestante, è figlia di una scrittrice. E qui si va un po' nella metafiction. A mano a mano che ne scrivevo uno era il mio preferito, ma non posso dire di amarne uno più degli altri. Ora che sto scrivendo i seguiti si stanno delineando altri personaggi, come ad esempio il gatto Nettuno che ama mangiare gli uccellini.



- I rapporti che i personaggi hanno con le loro famiglie saranno risolti nei prossimi libri? Questi rapporti diventeranno più complessi con lo sviluppo della storia: ogni personaggio ha la sua famiglia e ogni famiglia ha i suoi segreti, soprattutto per quanto riguarda Effie e il mistero della sua madre scomparsa la notte del terramoto, il padre che odia la magia e la morte misteriosa del nonno. Poi c'è Lexi con sua zia e il suo legame con la Gilda, e Raven che ha solo sua madre e non il padre, e scopriremo chi fosse e cosa facesse il padre di Max, se era un mago dell'Altrove. Sono nella scrittura del terzo e sto pensando di scriverne sette o otto, quindi andrò molto in profondità per quanto riguarda le singole famiglie.

- Rispetti sempre la tua scaletta o, mentre stai scrivendo, un personaggio ti dice che non non deve andare così, che deve comportarsi in un'altra maniera? Tutti quanti dicono che, durante la scrittura, i personaggi tendono a prendere il sopravvento e, magari, la gente tende a non crederci. E invece succede. Sono continuamente sorpresa da quello che succede nella scena. Può darsi che miri verso un determinato punto nella trama, ma non è che abbia ben chiaro su come tutto si debba svolgere. Nella scena metto qualche personaggio un più e poi lascio spazio all'improvvisazione e che siano i personaggi a dirmi dove devono andare.

-Se potessi essere l'ultima lettrice ed entrare in un libro vivendone l'esperienza, quale libro sceglieresti? Il Maestro e Margherita.
- Durante i ringraziamenti parli di una ragazza, Molly, che ha letto il tuo romanzo e dici che ad un certo punto ti ha fatto una domanda su Max e il suo carattere. Sono curiosa: qual'era questa domanda? Nelle prime stesure, il personaggio di Max non era stato ancora sviluppato pienamente. Non avevo ancora sviluppato precisamente il linguaggio nell'ambito fantasy che intendevo usare. Max doveva essere definito “un ladro”. Non avevo ancora sviluppato tutti i diciannove “caratteri” [N.d.t.: Kharacters, categoria in cui sono suddivisi gli utilizzatori della magia] è Molly ha appunto domandato: ma lui è un ladro? E io mi sono resa conto che dal punto di vista dei bambini questo non era un concetto positivo, quindi poi è diventato “un mago”, cambiando in parte la struttura del libro.
- In un'intervista che hai rilasciato, ho letto una frase che mi ha colpito sulla responsabilità dell'autore nei confronti del lettore: “è un conto mentire agli adulti, un conto mentire ai bambini”. Cosa vedi del nostro mondo nei tuoi libri e qual è il tuo nuovo rapporto con la magia? In effetti sì, ho detto quella frase, “è un conto mentire agli adulti, un conto mentire ai bambini”, anche se io comunque evito di mentire anche agli adulti. Quello che faccio è una magia realistica. Mi piace la magia e la fantasia, ma in ogni caso tutto deve essere realistico e vero da un punto di vista emotivo. 
È questo che mi piace: prendere questo mondo fantasy e metterci delle cose del mondo reale. Potrei parlarne per ore e ore ma è meglio che mi fermi qua.
- Quanto è voluto che il libro abbia più livelli di lettura? Insomma, è adatto ai bambini perché è fantasy, ma c'è anche molta metaletteratura. Quanto è voluto questo strizzare l'occhio ai lettori più adulti, anche con questi riferimenti ironici al mondo delle letteratura, alle Edizioni Fiammifero, alla madre scrittrice e via dicendo? Una caratteristica di tutta la saga è che tutti i cattivi vengono dal mondo dell'editoria. [Ride] Ci saranno anche dei bibliotecari. Magari più avanti potrei inserire delle blogger malvagie [Ride].  È intenzionale il fatto che venga letto a vari livelli. Mi piacciono i libri che possono essere letti quando sei bambino, adolescente e adulto e trovare a ogni rilettura qualcosa di diverso. Non mi piace invece quando giocano o fanno scherzi poco piacevoli ai lettori, inserendo battute che non possano essere capite dai più giovani. Il libro ideale è quello che ti compensa a vari livelli ogni volta che lo leggi.

- Come scegli i nomi dei tuoi personaggi? A volte mi vengono così dal nulla, magari sotto la doccia. Nel terzo libro, in cui scrivo molto di insegnanti di scrittura creativa malvagi, è venuto fuori il personaggio di John Peacock o il gatto Nettuno. A volte uso un libro di nomi propri, e vado su una pagina a caso. È un libro che utilizzo da quando ho iniziato a scrivere, nel '97.

- Perché un bambino dovrebbe leggere questo libro, oltre al fatto che è fantasy? Ai bambini dà forza pensare di poter essere speciali, di avere una capacità speciale, qualcosa in cui sono particolarmente bravi. Un'altra cosa che ho scoperto incontrando i bambini nelle scuole inglesi (e penso sia la stessa cosa per quelli italiani) è che, se chiedi a un bambino se si offrirebbe volontario per prendere il posto di un suo amico che sta per essere divorato da un drago, tutti rispondono di sì. Anche se non sono sicura che questa sia una cosa positiva da insegnare. [ride] 

- Qual è la tua giornata tipo da scrittrice? Non scrivo ogni giorno. Mi piacerebbe molto ma ho scoperto che più successo hai, meno tempo hai per scrivere. Inoltre sono professoressa di scrittura creativa per Letteratura Contemporanea all'università del Kent, quindi sono parecchio impegnata. La mia giornata da scrittrice è passata prevalentemente a riflettere: penso alla trama, butto giù idee. Ma quando inizio a scrivere mi immergo completamente. Perché è una cosa che mi piace tantissimo fare. Sto seduta alla mia scrivania a scrivere e poi rileggo. E, so che questa cosa non sembrerà poi così entusiasmante, però poi a metà giornata cerco di fare qualche esperimento magico. E una controllata a Instagram ogni tanto.

- C'è mai stato un suo studente in particolare a cui ha voluto dedicare un personaggio per mandargli un messaggio? I miei studenti leggono tutti i miei libri, quindi mi beccherebbero subito e finirei nei guai. Sono molto rigida con i miei personaggi quindi non mi consento di ispirarmi a personaggi reali.  Ma leggerete alcuni miei studenti: Gonzalo Garcia sta per pubblicare il suo primo libro.  Vedo me stessa come la signora Beathag Hide, la tremenda insegnante all'inizio libro. Io cerco di spaventarli a morte.

- Come scrittrice, lettrice e insegnante, quali sono le caratteristiche che non possono mancare in un romanzo? Verità, umorismo, complessità e filosofia.



L'evento: Stregata dal Fantasy.  Scarlett Thomas tra Harry Potter e Fahrenheit 451 Con Scarlett Thomas e Alessandra Tedesco

Alessandra: Benvenuti a tutti alla presentazione di questa nuova saga. Se qualcuno ha letto il programma dell'evento, avrà notato il titolo: da Fahrenheit 451 a Harry Potter. Il libro ha molto a che fare con la magia e quindi è lampante il collegamento con Harry Potter, mentre Fahrenheit 451 è meno popolare tra i giovani. Quest'ultimo è stato scritto negli anni '50 e vi si immaginava un futuro in cui era vietato leggere e possedere libri. Una squadra aveva il compito di bruciare tutti i libri e chi li possedeva li nascondeva. Questa nuova saga ha in comune questo amore per i libri. La protagonista Effie, di 11 anni, vive in una situazione famigliare particolare: ha perso la madre nel Terramoto (non è un refuso), ma ha un bellissimo rapporto con il nonno che ha qualche relazione con la magia. Iniziamo parlando di lei. Come ti è venuto in mente il suo personaggio? 
Scarlett: Innanzitutto grazie per essere venuti qui a Bookcity.
L'idea de “Il drago verde” mi venne un giorno d'estate, durante un lungo viaggio in macchina, quando sulla mappa vidi un luogo che si chiamava Dragon's Green. All'epoca ero impegnata con libri molto seri e non stavo molto bene. E vedendo questo nome sulla mappa pensai che questo nome sarebbe stato perfetto per un libro di bambini. Il mio compagno mi chiese se avessi  intenzione di scrivere un libro per bambini e io risposi di no. Ma nello stesso momento l'idea di questo libro con protagonista Effie iniziò a formarsi nella mia mente. E quando hai a che fare con un libro per bambini è normale pensare alla magia e ai draghi.
Alessandra: Quindi questo luogo, Dragon's Green, esiste sul serio?

Scarlett: Sì, è un luogo reale: è un piccolo paese nel sud dell'Inghilterra con una piccola zona verde. 

Alessandra: Visto che, quando i libri hanno successo, i lettori si appassionano anche ai luoghi, gli abitanti di Dragon's Green ti hanno ringraziato per aver fatto arrivare un certo afflusso di turisti?

Scarlett: Sì, credo ci sia stato un piccolo interesse per questo paese. Sfortunatamente mi sono dimenticata di avvisarli che stavo usando il nome della loro città per il titolo del libro e se ne sono resi conto solo leggendo un articolo di giornale, ma ne sono stati molto felici: mi hanno scritto una email ringraziandomi e, se tornerò sul posto, probabilmente mi offriranno da bere.

Alessandra: Come minimo direi. In questa nuova saga fantasy, di cui il primo libro è uscito da pochissimo (ma sono già previste le prossime uscite anche in Italia a distanza di pochi mesi),  Effie è la protagonista e viene cresciuta dal nonno, che all'inizio muore in circostanze misteriose. E il nonno ha un rapporto contraddittorio con la magia, perché si capisce che lui ha molto a che fare con essa, però si trattiene. Dice spesso a Effie: “tuo padre non vuole”, “a tua madre sono successe cose strane”, “non posso farlo”... Come vive questo rapporto? E come Effie rimane incuriosita da questo mistero?

Scarlett: All'inizio Griffin è un personaggio che ha molto a che fare con la magia, ma, anche se lui cerca di tenerla nascosta, le insegna solo determinate cose come il pensiero magico (che in realtà altro non è che il pensiero logico, laterale), ma le insegna anche alcune lingue magiche. E poi c'è questa organizzazione che si chiama la Gilda degli Artigiani che controlla la magia e vuole evitare che venga insegnata ai bambini tranne che in determinate circostanze. Diciamo che c'è molta burocrazia che lo vincola.

Alessandra: Ci sono delle regole e delle persone che si oppongono. Ci sono dei cattivi come in tutti i fantasy, personaggi che usano la magia solo come forma di potere e manipolazione. Quello che possiamo dire è che tutto inizia in un luogo particolare, l'Accademia Tusitala per Ragazzi Problematici, Dotati e Bizzarri. In quale categoria rientra Effie?

Scarlett: Sicuramente in quella dei bizzarri. La scuola è magica, ma è tutto molto segreto. Non è come Hogwarts dove insegnano a tutti la magia. Qui ci sono bambini che usano la magia, altri che si comportano male, altri che sono intelligenti... La magia qui è molto più complessa.

Alessandra: Abbiamo già accennato all'evento del Terramoto, tu lo descrivi così: 
Nel Paese in cui viveva Effie, dormivano quasi tutti quando il terramoto si era scatenato, alle tre del mattino. Ma in posti lontani le scuole erano state evacuate e i voli cancellati. La scossa era durata sette minuti e mezzo, che non è certo poco se si pensa che i terremoti normali finiscono in pochi secondi. I pesci erano volati fuori dall’acqua, gli alberi si erano staccati dal suolo come piantine dal vaso e in diversi luoghi erano piovute rane dal cielo. Non si sa come, ma nessuno era rimasto ucciso. Nessuno a parte sua madre. Forse. Questo è uno dei misteri. Questo Terramoto ha provocato uno scombussolamento nella popolazione, perché li ha fatti tornare, dal punto di vista della tecnologia, venticinque-trent'anni indietro. Non c'è più internet né cellulari. Li conoscevano, ma ora non possono più usarli. Come te lo sei immaginato questo mondo post-terramoto?
Scarlett: Lo immagino come un mondo futuro ma che torna indietro, simile al 1990/1992, che è l'ultimo periodo in cui la tecnologia era per me comprensibile. Poi non sono più riuscita a capirla. E poi andremo ancora più indietro a mano a mano che la scrittura procederà.

Alessandra: C'è da dire che alcuni scrittori preferiscono ambientare i loro romanzi in epoche non tecnologiche perché questo permette loro di usare la fantasia e far fare molte cose ai loro personaggi. Per realizzare un libro in cui era presente la magia, era necessario togliere la tecnologia come internet?

Scarlett: Sì, penso di sì. Se io facessi un'istantanea della tecnologia in questo momento, presto non sarà più al passo con i tempi. E questo penso che valga per tutti gli scrittori che, se scrivono qualcosa oggi, fra 5 anni non sarà più valido. Per qualsiasi scrittore di fantasy è necessario liberarsi di internet, liberarsi dei genitori, cosicché la storia possa partire.

Alessandra: Due sono i pilastri del romanzo: uno è la magia, e l'altra sono i libri. C'è un grandissimo amore per i libri. Allora, c'è questo nonno che ha una grande e meravigliosa libreria, ma è subito molto severo con la nipote: “se prendi un libro poi lo rimetti a posto, non puoi leggerne più di uno alla volta, non puoi portarli fuori di qui”... si capisce che questi libri hanno un significato particolare. E, quando muore, i suoi 500 libri, o meglio 499, vengono portati via. Effie ne soffre moltissimo perché è l'eredità di suo nonno. Perché hai voluto mettere in questo fantasy questo forte amore per i libri? E i libri sono amati ma sono anche molto potenti, questo lo anticipiamo.

Scarlett: Io credo che i libri siano in assoluto la tecnologia che più mi piace, il più potente esperimento magico che si possa fare nella realtà. Perché lo scrittore mette questi segni neri sulla pagina e questi colpiscono il lettore, la sua mente, la sua immaginazione e diventano immagini, ma soprattutto si possono trasformare in azioni, buone o cattive. Io credo che i libri abbiano un potere enorme e questa è una cosa che continuo ad affrontare nei miei libri, come in “Che fine ha fatto ha fatto Mr. Y?” c'è un libro maledetto che chi lo legge muore, in una maniera strana e complessa. Ne “Il nostro tragico universo” c'è il potere dei libri e credo che sia un argomento che non si esaurisce mai.

Alessandra: Ma i libri di cui parla Scarlett sono magici in maniera un po' più pesante. Scrivi:  Quando sei l'ultimo lettore di un libro, succedono cose strane.
Ad un certo punto Effie cade nel libro come Alice nel Paese della Meraviglie e si trova in una realtà bizzarra. Hai tratto ispirazione da qualcosa per scrivere l'Altrove?
Scarlett: Devo dire che l'ispirazione per questo Altrove, (ma anche per gli altri mondi che ho creato: il Reale simile al nostro, ma anche il Sottomondo in cui c'è l'inconscio), deriva da moltissimi libri. Suppongo che qualsiasi cosa che abbia letto abbia contribuito alla creazione di questo libro. 

Alessandra: Qui la magia ha un costo, si acquisisce una certa energia magica e la si perde quando si fa qualcosa. E poi ci sono delle caratteristiche intrinseche che non si possono imparare. Effie ad esempio eredita degli oggetti (un anello, una spada, un paio di occhiali) che funzionano solo con determinate persone e non con altre. Come funziona questo meccanismo?

Scarlett: Ho sviluppato un intero sistema partendo dal presupposto che ognuno è bravo in qualcosa, ognuno ha un'abilità speciale. Qualcuno può essere pessimo nella maggior parte delle cose, ma essere molto bravo in una in particolare. Ho sviluppato questi 19 Kharacters (guerriero, strega, studioso, mago, eroe, ecc...), anche con diverse combinazioni. Questi oggetti magici funzionano solo con le persone che sono predisposte, lo capisci subito se è l'oggetto fatto apposta per te.

Alessandra: Io adesso metto sul tavolo un anello, le lenti della conoscenza [occhiali da sole] e una spada [di polistirolo]. Vorrei che scegliessi quello che ti si addice di più e che cosa ci faresti.

Scarlett: Interessante. [prende la spada] Il problema con questa è che funziona solo con le persone magiche di polistirolo, quindi non ci serve. Gli occhiali da sole della conoscenza. Con questi posso sapere tutto su quello che ho attorno, che sono in un castello molto antico... Purtroppo me lo dicono in italiano e io non lo capisco. L'anello. Spero non si incastri altrimenti dovrò restare qui per sempre. Questo non è l'anello di Effie. È un anello da strega: con questo posso parlare agli animali, potrei con esso fare un incantesimo, l'incantesimo delle ombre con cui potrei far sparire tutti nell'oscurità. 
       


Alessandra: Ora devo fare dei salti logici perché altrimenti racconto troppo. C'è questo drago con cui Effie si ritrova ad affrontarsi. Questo drago mangia delle ragazze carine e ammodo che fanno dei provini per essere scelte da lui. In questa immagine hai voluto mettere una critica all'estrema attenzione all'estetica?
Scarlett: Ovviamente c'è una critica. Volevo esplorare questa idea in un modo giocoso, essere un po' satirica per far pensare i lettori.


Al termine dell'incontro, Scarlett Thomas legge l'incipit del romanzo per poi iniziare il firmacopie.
Un'esperienza davvero interessante che ha svelato molti retroscena di questo libro che, nonostante il target giovanile, è apprezzabilissimo anche dagli adulti e che nasconde molteplici aspetti e chiavi di lettura.

Scarlett Thomas
È nata a Londra nel 1972. Insegna scrittura creativa presso la University of Kent e collabora con diverse testate giornalistiche. Nel 2001 l’«Independent on Sunday» l’ha segnalata tra i venti migliori giovani scrittori inglesi. È stata candidata al premio Orange e al South African Boeke Prize e i suoi libri sono stati tradotti in più di venti lingue. La Newton Compton ha pubblicato Che fine ha fatto Mr Y.; PopCo; L’isola dei segreti; Il nostro tragico universo; Il giro più pazzo del mondo e Il messaggio segreto delle foglie, tutti accolti con grande favore dal pubblico e dalla critica.

Pubblicato da Leggere Romanticamente a 15:30 0 commenti Invia tramite email Postalo sul blog Condividi su Twitter Condividi su Facebook Condividi su Pinterest Etichette: fantasy, Interviste, Newton Compton, Scarlett Thomas

BlogTour: Le Fragilità del Cuore di Susan E. Phillips - CITAZIONI


Buongiorno romantiche,
oggi ospitiamo una tappa del blog tour dedicato al contemporary romance  Le Fragilità del Cuore di Susan E. Phillips, già disponibile in digitale e in libreria dal 30 novembre. 
A seguire troverete alcune delle citazioni che mi sono piaciute maggiormente durante la lettura del romanzo. Buona lettura!


TRAMA
Annie Hewitt è un’attrice con poca fortuna, arrivata a Peregrine Island nel bel mezzo di una violenta tempesta di neve. Avvilita e al verde dopo aver speso tutti i risparmi per esaudire gli ultimi desideri della madre malata, non le rimane altro che una fastidiosa polmonite, due valigie rosse piene di burattini e un vecchio cottage, dove si nasconde una misteriosa eredità che potrebbe risollevare le sue finanze. Ma le giornate a Peregrine saranno tutt’altro che semplici per lei: destreggiandosi tra una vedova solitaria, una bambina muta e degli isolani ficcanaso,  Annie scoprirà di essere impreparata ad affrontare la vita su quell’isola così fredda, selvaggia e inospitale. A complicare il tutto, l’inaspettato incontro con Theo Harp, l’uomo che le aveva spezzato il cuore quando entrambi erano solo adolescenti, diventato oggi uno scrittore solitario di romanzi horror. Ma quell’uomo sarà ancora temibile come lei ricorda o sarà una persona nuova? Intrappolati insieme in un’isola innevata al largo della costa del Maine, Annie non potrà più scappare dal passato e dovrà decidere se dare ascolto alla sua testa oppure al suo cuore... Ironia, passione e mistero per una storia emozionante e ricca di sorprese.
CITAZIONI


L’incapacità di provare emozioni normali è una delle classiche caratteristiche da psicopatico, ma il dolore impresso nei lineamenti di Theo era segno che lui le provasse, eccome
***
Alcune donne sono attratte da uomini instabili: a volte a causa delle proprie nevrosi e altre – se la donna in questione è una romantica – a causa dell’ingenua illusione che il proprio particolare genere di femminilità sia abbastanza potente da addomesticare uno di questi uomini poco affidabili. Nei romanzi, l’illusione è irresistibile. Nella vita reale, è una grandissima fesseria. Era ovvio che Annie provasse un’attrazione sessuale davanti a tanta insidiosa virilità. Il suo corpo era stato messo a dura prova di recente, e quel risveglio era indice di guarigione. D’altro canto, la sua reazione era anche un monito e le ricordava che Theo esercitava ancora un fascino distruttivo su di lei.




«Smettila» disse lei. Theo prese un ricciolo che le penzolava accanto a un orecchio e se lo passò tra le dita. «Smettere cosa?» Annie gli spinse via la mano. «Smettila di fare l’Heathcliff della situazione.» «Se solo io sapessi a cosa ti riferisci...» «L’andatura disinvolta. Gli occhi socchiusi, quel fare introverso-arrogante.»
***
Theo le stava lanciando il suo incantesimo diabolico. O forse era la fattoria. Chiunque fosse il colpevole, Annie non riusciva a sottrarsi al tocco di quell’uomo, nonostante ci fosse qualcosa di inquietante nel suo guardo.



Calendario e tappe Blog Tour: 27/11 Focus on - l'autrice e i suoi libri imperdibili - Il colore dei libri 28/11 Citazioni / Teaser - Leggere Romanticamente 29/11 Approfondimento personaggi - Le lettrici impertinenti 30/11 Recensione - Le recensioni della libraia 01/12 Playlist e test - Il salotto del gatto libraio
Buona lettura!
Pubblicato da Selly a 10:00 0 commenti Invia tramite email Postalo sul blog Condividi su Twitter Condividi su Facebook Condividi su Pinterest Etichette: blog tour, citazioni dai libri, Leggereditore, romance, Romanzi Rosa, Susan Elizabeth Phillips

lunedì 27 novembre 2017

LE USCITE DELLA SETTIMANA dal 27 Novembre al 2 Dicembre 2017


Buon inizio settimana a tutte!
Nuovo appuntamento del lunedì con il riepilogo delle uscite più attese della settimana che sta iniziando, quelle riguardanti i nostri generi preferiti. 

Le uscite in libreria e in ebook dal 27 Novembre al 2 Dicembre 2017:
Il diavolo in primavera
di Lisa Kleypas
(The Ravenels, #3) 
Editore: Mondadori
In uscita il: 28/11/2017

A differenza di tutte le debuttanti londinesi, la bellissima Lady Pandora Ravenel non sogna di frequentare balli e trovarsi un marito. Preferisce di gran lunga dedicarsi ai suoi affari. Ma la sua strada si incrocia con quella di Gabriel, altrettanto determinato a fuggire dai tentativi di ingabbiarlo in un matrimonio. E per entrambi sarà la scoperta di un brivido fino allora sconosciuto… Le fragilità del cuore
di Susan Elizabeth Phillips 
Editore: Leggereditore
In uscita cartaceo il: 30/11/2017

Lui è uno scrittore solitario la cui macabra immaginazione crea agghiaccianti romanzi horror. Lei è un'attrice con poca fortuna ridotta a mettere in scena spettacoli di burattini per bambini. Lui conosce una dozzina di modi per uccidere a mani nude. Lei ne conosce altrettanti per uccidere con le risate. Ma adesso che sono intrappolati insieme su un'isola innevata al largo della costa del Maine, lei non sta ridendo, perché quando era un'adolescente lui l'ha tradita. Quell'uomo sarà ancora temibile come lei ricorda o sarà cambiato? Continua a leggere...» Pubblicato da Selly a 08:00 2 commenti Invia tramite email Postalo sul blog Condividi su Twitter Condividi su Facebook Condividi su Pinterest Etichette: Uscite della settimana

sabato 25 novembre 2017

Ambasciatrice Harmony - Letture di Novembre


Ciao ragazze!
Oggi vi parlo delle due storie romantiche della collana Harmony che ho scelto tra le varie proposte di novembre. 

Il destino della principessa
di CAITLIN CREWS

Reza, re di Constantines, ha sospeso le ricerche della sua promessa sposa, la Principessa Magdalena, ormai da anni. Finché l'apparizione di una fotografia della principessa perduta non riaccende la leggenda, e a lui non rimane che rimettersi in cammino per reclamare la sua regina.  Cresciuta in un orfanotrofio, Maggy non ha idea di chi fossero i suoi veri genitori, e adesso quello sconosciuto e sedicente sovrano viene a dirle che lei sarebbe una regina? Maggy non è certo una sprovveduta e non ha intenzione di bersi quella storiella. Così, se non riesce a tentarla con ricchezza e onori, Reza dovrà puntare sulla propria sensualità, a cui lei sembra non riuscire a resistere.
Ho un debole per le storie in stile Cenerentola come quella raccontata da questo romanzo. La protagonista Maggie è cresciuta in affidamento da quando è stata ritrovata sola e priva di memoria sul ciglio di una strada quando era bambina, ed ora che è una giovane donna lavora come cameriera per mantenersi. La sua vita è stata difficile, ma ogni cosa è destinata a cambiare completamente quando, nella caffetteria in cui lavora appare Reza, l'affascinante re di Costantines, dichiarando che lei non è altri che la principessa perduta Magdalena di Santa Domini, ovvero la sua promessa sposa.  Maggie è una ragazza forte e schietta, immaginatevela a rispondere in maniera sgarbata e impertinente ad un tipo ingessato come Reza, abituato ad essere più che adorato dalle donne!  Quei divertenti botta e risposta iniziali non faranno altro che incrementare la tensione sessuale tra i due protagonisti, fino al momento in cui cedere sarà inevitabile.  Maggie è molto diversa dalle donne a cui Reza è abituato, ma lui non riesce a resisterle, ne rimane completamente ammaliato. I protagonisti mi sono piaciuti molto entrambi, quella di Reza e Maggie è una coppia ben assortita! La lettura è scorrevole, ironica, sensuale e fiabesca, l'ideale per trascorrere una serata o un pomeriggio in maniera romantica. Tra le due letture del mese, Il destino della principessa è quella che ho preferito!  Una compagna per Marcus Cynster
di STEPHANIE LAURENS

Scozia, 1849 - Per una drammatica serie di eventi, Niniver, unica figlia femmina del laird dei Carrick, si trova inaspettatamente alla guida del clan, con il gravoso compito di risollevarlo dal baratro in cui sta precipitando a causa delle scorrettezze compiute dai fratelli. Benché impreparata a ricoprire tale ruolo, ha giurato di fare tutto ciò che sarà necessario per proteggere la propria gente. E questo significa anche rinunciare per sempre al matrimonio. Tuttavia, per respingere gli importuni pretendenti alla sua mano e alla sua posizione, è costretta a chiedere l'aiuto di Marcus Cynster, l'unico uomo che potrebbe farle rimpiangere tale decisione. Da anni, infatti, Niniver reprime i sentimenti per lui, imponendosi di considerarlo niente più che un fidato amico. Pochi giorni in sua compagnia e un primo, sconvolgente bacio, però, le fanno comprendere di aver temuto a ragione per il proprio cuore.
Questo romance storico fa parte della lunghissima serie dedicata alla famiglia Cynster. Io ho letto molti libri di questa serie, alcuni li ho trovati molto belli, altri appena carini.  Una compagna per Marcus Cynster non è uno dei capitoli meglio riusciti dalla Laurens ma, se siete affezionate a questa nobile e numerosa famiglia, tutto sommato è una lettura carina.  Una cosa che apprezzo dei romanzi della Laurens è che le sue protagoniste femminili sanno sempre il fatto loro, hanno un carattere o una personalità ben delineata e non sono di certo seconde ai propri mariti. Anzi, li tengono “al guinzaglio”!  La protagonista, Niniver, è stata proclamata signora del clan Carrick in seguito alla scomparsa dei suoi fratelli, e lei ha tutte le intenzioni di proteggerlo e farlo prosperare. Per tale ragione il matrimonio non rientra nei suoi piani e, quando non ne può più dei continui corteggiamenti di certi membri del clan, chiede l'aiuto del vicino, il nobile Marcus Cynster, uomo dal quale si è sempre tenuta lontana per via della forte attrazione provata nei suoi confronti.   Ovviamente, l'attrazione è più che corrisposta, anche se Marcus ha tutte le intenzioni di essere cauto nel suo corteggiamento.  Nel complesso è stata una lettura carina, anche se non particolarmente entusiasmante. A parte qualche scena sensuale e romantica ho trovato questo volume un po' piatto rispetto ad altri, dalla Laurens mi aspettavo un po' di più. Se non conoscete ancora questa serie, però, vi consiglio di leggere i primissimi romanzi sui Cynster, quelli sono davvero, davvero belli!
Se avete dei romance della collana Harmony da consigliarmi,  lasciate un commento! ^_^ A presto!
Pubblicato da Selly a 17:00 1 commenti Invia tramite email Postalo sul blog Condividi su Twitter Condividi su Facebook Condividi su Pinterest Etichette: Ambasciatrice Harmony

venerdì 24 novembre 2017

Anteprima NON HO TEMPO PER AMARTI di Anna Premoli

Ciao ragazze,
chiudiamo questa settimana con una bella news romantica:  a inizio gennaio arriverà in libreria una nuova storia di Anna Premoli dal titolo  Non ho tempo per amarti . Non vedo l'ora di leggerla!

Titolo: Non ho tempo per amarti Autrice: Anna Premoli Casa editrice: Newton Compton Pagine: 320 Prezzo ebook: euro 5,99 Prezzo cartaceo: euro 10,00 Data di uscita: 4 Gennaio 2018
Trama
Julie Morgan scrive romanzi d’amore ambientati nell’Ottocento. Di quell’epoca ama qualsiasi cosa: i vestiti lunghi, gli uomini eleganti, le storie romantiche che nascono grazie a un gioco di sguardi o al semplice sfiorarsi delle mani… L’unica cosa che salva del mondo di oggi è lo shopping online, che le permette di non mettere il naso fuori dal suo amatissimo e solitamente silenzioso appartamento. Almeno finché – proprio al piano di sopra – non arriva un misterioso inquilino: un ragazzo strano, molto giovane e vestito in un modo che a Julie fa storcere il naso. È davvero un bene che lei sia da sempre alla ricerca di un uomo d’altri tempi, perché il suo vicino, decisamente troppo moderno, potrebbe rivelarsi ben più simpatico di quanto avrebbe mai potuto sospettare…



Buon fine settimana!


Pubblicato da Selly a 18:00 1 commenti Invia tramite email Postalo sul blog Condividi su Twitter Condividi su Facebook Condividi su Pinterest Etichette: Anna Premoli, anteprima, made in italy, Newton Compton, romance, Romanzi Rosa

Segnalazioni made in italy


Buon venerdì!
Nuovo appuntamento con la rubrica dedicata alle segnalazioni di romanzi "made in Italy". Come al solito, i titoli tra cui curiosare sono diversi!

Titolo: A sette passi da te
Autore: Bianca Povolo
Editore: Les Flâneurs Edizioni
Formato: Digitale
Data di uscita: 21 novembre 2017


È una sera d’ottobre, fredda e buia, quando April incontra Colton per la prima volta. Forse è destino, forse è solo fortuna ma, quando due uomini tentano di violentare April, è proprio Colton a salvarla. Quell’incontro inaspettato è solo l’inizio di qualcosa che stravolgerà radicalmente le loro vite.  Colton conosce fin troppo bene il dolore e lo vede riflesso negli occhi di April, la quale cerca invano di nascondere una profonda ferita che il ragazzo è determinato a rimarginare. Per questo le propone uno strano patto, un “programma” fatto di sette punti, che ha come unico scopo la ricerca della felicità.  Sette desideri mai realizzati, sette sfide da affrontare insieme.  April dovrà imparare a superare i propri limiti, mentre Colton capirà presto che reprimere i sentimenti a volte diventa impossibile.  Ma quando il passato del ragazzo si ripresenterà alla sua porta minacciando di distruggere una seconda volta il suo mondo e quello di April, Colton sarà in grado di mettere in partica i suoi stessi insegnamenti e affrontare i propri demoni? Titolo:Come il jazz, all'improvviso
Autrice: Mila Orlando 
Editore: Emma Books
Genere: romance  
Formato: ebook
Data di uscita: 22 novembre 2017


Miki, aspirante stilista, è una giovane donna allegra, con un futuro radioso davanti a sé e il sogno di trovare l’amore vero. Lorenzo, ricco figlio di papà, ha invece tutto da dimostrare, a se stesso prima che agli altri, perché se è vero che proviene da una famiglia agiata, la sua vita è un’immensa scalata verso l’affermazione delle proprie capacità e l’amore solo un passatempo. Finché, complice una serata a Londra, basta un gioco di sguardi per far cadere entrambi nelle maglie larghe di un sentimento impossibile da ignorare. Tutto sembra giocare a favore della loro unione. Tutto, tranne il destino. A meno che la vita, come il jazz, non sparigli di nuovo le carte, all’improvviso…
Continua a leggere...» Pubblicato da Selly a 09:30 0 commenti Invia tramite email Postalo sul blog Condividi su Twitter Condividi su Facebook Condividi su Pinterest Etichette: made in italy

giovedì 23 novembre 2017

Blogtour: REBEL. La nuova Alba di Alwyn Hamilton - ESTRATTI / CITAZIONI


Buongiorno readers! 
Oggi il nostro blog ospita una tappa del blog tour dedicato a  REBEL. La nuova Alba di Alwyn Hamilton, terzo e conclusivo romanzo della saga fantasy ed esotica Rebel of the Sands pubblicata da Giunti Editore. A seguire troverete alcune delle citazioni che mi sono piaciute maggiormente durante la lettura del romanzo. Buona lettura!

Rebel. La nuova alba
di Alwyn Hamilton


Nonostante l'esecuzione capitale del Principe Ahmed, la ribellione che rende inquieto il deserto del Miraji non si è placata e il Sultano indice nuove gare per scegliere un principe ereditario, sperando così di ingraziarsi la popolazione. Tra gli avversari, Amani non ha ancora recuperato completamente i suoi poteri e le rimane un'unica possibilità se vuole liberare i ribelli prigionieri: correre il rischio di evocare un genio per chiederne l'aiuto. E in mezzo alle montagne non troverà un genio qualsiasi, ma proprio l'essere immortale che ha tradito il Primo Eroe. In mezzo a una natura selvaggia e affascinante Amani deve affrontare sfide cruciali. Amore, vita, morte, queste le parole chiave delle scelte che la aspettano...

ESTRATTI / CITAZIONI


"Chi credevo di essere, per dare ordini a un principe? A uno che si era unito alla ribellione ben prima di me? A Jin, dal quale non avrei mai preso ordini, se avesse provato a darmene? Chi ero io per condurre tutti quanti su una strada così rischiosa e comportarmi come se avessi davvero messo in conto tutte le conseguenze delle mie azioni?"


«Ti sbagli, sai. Io non sto con te per quello che sei diventata. Io mi sono innamorato di te quando sanguinavo sotto un bancone, in un angolo sperduto del deserto, e tu mi hai salvato la vita. Quando noi eravamo ancora quelli che eravamo.»


"Però io sapevo chi ero. Avevo trovato una risposta alla stupida domanda che quella voce continuava a rivolgermi. Chi pensavo di essere? Ero la figlia di un Djinni. Ero una ribelle. Ero la consigliera di un principe. Avevo affrontato soldati, Incubi e skinwalker, avevo combattuto ed ero sopravvissuta. Mi ero opposta al Sultano, più di una volta. Avevo convocato un essere immortale e avevo provocato la sua morte. Avevo salvato vite, ne avevo sacrificate altre, avevo visto più cose e fatto più opere  buone di quante lei avrebbe mai potuto farne in tutta la sua esistenza."

"Il fisico di Jin era abbastanza imponente anche con indosso i vestiti, ma a torso nudo era un muro di muscoli e tatuaggi. Ruotò le spalle, il movimento fece risaltare la bussola tatuata. Mi infilai le dita in bocca e fischiai. Jin rise e mi fece l’occhiolino. Non ricordavo quando era stata l’ultima volta che le  cose erano state così leggere tra noi, l’ultima volta che eravamo stati tutti insieme, così spensierati, non impegnati in combattimenti mortali."


«Sono stato in tanti posti e ho sentito opinioni contrastanti in merito, ma davvero non so cosa possa esserci dopo la morte. Però so che ci sono tante cose che mi spaventano, in questa vita. Non ho paura di morire, ma di perdere. Di scoprire di avervi trascinati tutti tra le fauci di un mostro, nella convinzione di condurvi in una grotta piena di ricchezze. Ho paura che altri possano perdere la vita a causa mia, e che il sacrificio di quelli che ci hanno già lasciato sia stato vano. Ho paura che tutto quello che è successo, tutto quello che ho fatto, finirà per essere dimenticato perché non è servito a niente.»

«Ero sincero quando dicevo di conservare il liquore buono. Voglio essere ancora vivo domani.» Mi baciò sul collo. «E anche tu lo sarai. Non dobbiamo fare niente stanotte, non  sarà l’ultima per noi. Io e te abbiamo ancora domani, e altre mille notti. Voglio solo che tu sappia che io mi dono a te.» Mi  baciò con delicatezza. «Tutto quello che sono lo offro a te, e tutto quello che è mio è tuo. Il giorno della nostra morte non  sarà domani.»



***
E ora c'è una bella sorpresa per voi lettori che seguirete questo blog tour!
Una copia di Rebel cerca casa, per tentare la sorte basta seguire i passaggi nel form che trovate di seguito. Avete tempo fino al 27 novembre, nei giorni a seguire troverete il nome nel form stesso.

a Rafflecopter giveaway


Pubblicato da Selly a 09:30 5 commenti Invia tramite email Postalo sul blog Condividi su Twitter Condividi su Facebook Condividi su Pinterest Etichette: Alwyn Hamilton, blog tour, citazioni dai libri, fantasy, Giunti Editore, Rebel of the Sands

mercoledì 22 novembre 2017

Recensione LOVE FOREVER di Jay Crownover


Ciao ragazze, 
da domani sarà disponibile in libreria (e in ebook)  Love Forever   di Jay Crownover . Grazie alla Newton Compton, ho letto in anteprima il romanzo in occasione del review tour! 


Love Forever
di Jay Crownover
(Welcome to the Point #3)

Trama
Titus King è un uomo che ha sempre visto il mondo in bianco e nero. Giusto o sbagliato, niente mezze misure. E questo è uno dei motivi per cui, da adolescente, ha lasciato la famiglia per cercare di costruirsi una vita migliore, da solo. Adesso che è diventato un investigatore di polizia in una delle città con il più alto tasso di criminalità del Paese, non può negare che la sua esistenza abbia assunto notevoli sfumature di grigio. In giro c’è un criminale che si è lasciato alle spalle una lunga scia di distruzione e morte, e la differenza tra giusto e sbagliato, quando Titus pensa a lui, si fa sempre più labile. Come se non bastasse, a minare il suo ferreo senso della moralità c’è anche la bellissima e misteriosa Reeve Black, tornata di recente in città. Reeve rappresenta un pericolo ma anche ciò di cui lui ha davvero bisogno: insieme si troveranno nel fuoco incrociato di una guerra sotterranea e letale. La posta in gioco è la redenzione... 
La mia opinione
 " I legami si stringevano nelle circostanze peggiori, l’amore forgiato dal fuoco era destinato a brillare di più e resistere più a lungo dei sentimenti che non venivano messi alla prova. La gente normale poteva amare senza sforzo e senza pensarci troppo; chi si innamorava a The Point, invece, lo faceva con la consapevolezza che sarebbe stata una battaglia. Tutto lì era una lotta costante e in un posto pericoloso pullulante di gente pericolosa, l’amore era spesso l’unico stimolo a fare la cosa giusta."
Love Forever è il terzo autoconclusivo romanzo della serie ambientata a The Point, il famigerato quartiere malavitoso che la Crownover si diverte particolarmente ad utilizzare come ambientazione, ma i suoi protagonisti principali li abbiamo già incontrati nei libri precedenti.  Aspettavo infatti con ansia la storia di Titus King, ma avevo paura di rimanere delusa per via della protagonista femminile. Il detective e la criminale è una coppia improbabile che promette fuoco e fiamme, ma non si può certo scordare che la criminale in questione aveva tradito Dovie mettendone a repentaglio la vita! I miei dubbi erano quindi giustificati, così come quelli dei protagonisti secondari, per nulla contenti del ritorno di Reeve, ma l'autrice è riuscita a farmela piacere lo stesso.  Reeve Black è una bellissima ragazza cresciuta a The Point, ha visto la sorellina minore morire per colpa di brutti giri, e in seguito ha fatto delle scelte sbagliate animata dalla vendetta. Ma chi a The Point non ha mai fatto degli errori?  Titus è il fratellastro di Bax, un uomo imponente, affascinante e rude che ha scelto di diventare poliziotto per provare a ripulire The Point. Si dimostra in più occasioni una persona altruista a cui viene spontaneo prendersi cura delle persone, ma allo stesso tempo possiede un lato oscuro che solo raramente lascia intravedere.  Quella di Titus e Reeve si è rivelata una coppia ben riuscita nonostante gli scrupoli iniziali. La collaborazione tra i due ha inizio per tentare di incastrare un federale corrotto, ma il loro rapporto è destinato ad evolvere velocemente.  L'autrice ha incastrato alla perfezione queste due complesse personalità, che scopriamo poco alla volta e attraverso i rispettivi punti di vista in prima persona.  Ho rivalutato molto Reeve nel corso del romanzo, un tipo come Titus aveva proprio bisogno di un tipetto tosto e coraggioso come lei!  La tensione sessuale che traspare è molto alta fin dalle prime pagine, Titus ci prova anche a resistere all'attrazione per Reeve, ma immaginate come andrà a finire … Diaciamo che questi due sono una coppia particolarmente FOCOSA
«Non c’è alcun pentimento, Reeve, e non c’è scelta. Giusto o sbagliato, tu sei fatta per me. Accetti tutti i miei aspetti. Mi fai sentire che posso essere soltanto me stesso, non un poliziotto, non un fratello maggiore, non un eroe, non un salvatore… soltanto un uomo. Un uomo con i suoi lati buoni e cattivi. Non sarò mai perfetto ma per te sarò sempre vero, e tu potrai sempre essere soltanto te stessa con me. Anche se sei una ragazza che crede di poter risolvere i suoi problemi con una pallottola. Dovrò solo continuare a ricordarti che esistono altre opzioni e che abbiamo troppo da perdere se non riflettiamo a fondo. Siamo entrambi un casino mostruoso, per cui chi altro vorrebbe prendersi la briga di stare con noi, in ogni caso?».
Il romanzo è un concentrato di situazioni pericolose, spietate e ad alto tasso di criminalità

Gioielli Brosway 2014 (Foto)

19 di 40
    continua
    http://www.stylosophy.it/foto/gioielli-brosway-2014_18887.html

    Collana Frame con cuore

    La nuova collezione di gioielli Brosway 2014 si caratterizza per diverse linee di preziosi, ognuna dedicata ad un simbolo particolare. Sfogliate la nostra gallery per scoprire tutte le proposte del brand. Tra le altre, Riflessi è la mini collection elegante e raffinata, arricchita da cristalli Swarovski e perle. Break, invece, è ispirata al sentimento dell'amore. In foto, preziosi con farfalle scolpite di luce dalla collezione 2014 di gioielli Brosway

    Gioiello Brosway 2014, anello Riflessi

    Anello in acciaio e pvd oro rosa con perla creamrose Swarovski

    Gioiello Brosway 2014 in acciaio Riflessi

    Anello in acciaio con perla cream Swarovski della nuova collezione del brand

    Anello Riflessi

    Gioielli Brosway 2014, anello in acciaio e pvd oro rosa con cristallo lucente

    Anello Riflessi in acciaio

    Gioielli Brosway 2014, prezioso in acciaio con cristallo Swarovski

    Gioielli Brosway 2014, collana Break

    Prezioso con lavorazione diamantata a maglie larghe della nuova collezione di gioielli del brand

    Collana con ciondolo intrecciato

    Prezioso con due cerchi intrecciati e cristalli colorati, dalla collezione 2014 di gioielli Brosway

    Gioielli Brosway 2014, collana con cristalli colorati

    Prezioso Romeo & Juliet in acciaio, illuminato da cristalli colorati

    Collana con cuore

    Gioielli Brosway 2014, collana della linea Frame in acciaio e pvd oro

    Gioielli Brosway 2014, collana Romeo & Juliet

    Prezioso simbolo del legame indissolubile della coppia, in acciaio e cristalli

    Gioielli Brosway 2014, collana Frame

    Prezioso arricchito da cristalli Swarovski, dalla nuova collezione del marchio

    Collana in acciaio con cristalli colorati

    Gioielli Brosway 2014, prezioso che affascina grazie al bagliore dei cristalli

    Gioielli Brosway 2014, collana con cristalli

    Prezioso della linea Romeo & Juliet con cristalli colorati

    Collana in acciaio Frame

    Prezioso ispirato al simbolo d'amore dalla collezione 2014 di gioielli Brosway

    Collana in acciaio Brosway 2014

    Prezioso con cristallo Swarovski della nuova collezione del brand

    Collana Riflessi

    Gioielli Brosway 2014, prezioso in acciaio e pvd oro rosa, con cristallo silk Swarovski

    Collana Brosway 2014 Romeo & Juliet

    Gioiello in pvd oro e acciaio, con pavè di cristalli, dalla nuova collezione del marchio

    Orecchini con cristalli Swarovski

    Cristalli lucenti donano un tocco raffinato a questi gioielli della collezione 2014 Brosway

    Gioielli Brosway 2014, orecchini con perle . Preziosi eleganti e carichi di fascino con perle, dalla nuova collezione del brand

    Gioielli Brosway 2014, orecchini con perle

    Preziosi eleganti e carichi di fascino con perle, dalla nuova collezione del brand

    Orecchini in acciaio con perle

    Gioielli Brosway 2014, preziosi ispirati all'atmosfera retro' dei salotti francesi

    Gioielli Brosway 2014, orecchini in oro rosa

    Acciaio e pvd oro rosa e cristalli silk per questi preziosi dela nuova collezione del brand

    Gioiello Brosway 2014 con ciondolo nero

    Fasce intrecciate e design moderno per questo prezioso della nuova collezione del brand

    Collana con pavè cristalli viola

    Prezioso della collezione 2014 di gioielli Brosway, con cerchi arricchiti da cristalli colorati

    Gioiello Brosway 2014 simbolico Romeo & Juliet

    Acciaio, pvd oro rosa e cristalli per questa collana della nuova collezione del brand

    Gioiello con cerchi intrecciati

    Prezioso con cerchi concentrici dalla collezione 2014 di gioielli Brosway

    Gioiello Brosway 2014 con ciondolo a croce

    Prezioso in acciaio dal design ricercato con ciondolo a croce

    Callana floreale in acciaio

    Prezioso dal design floreale dalla collezione 2014 di gioielli Brosway

    Gioiello Brosway 2014 con ciondoli in pvd oro rosa

    Prezioso Brosway in acciaio con Swarovski, in pvd oro rosa

    Collana con ciondolo in acciaio

    Gioiello per chi desidera indossare un simbolo della propria fede religiosa, dalla collezione 2014 di gioielli Brosway

    Gioiello Brosway 2014 con ciondolo nero

    Gioiello in acciaio e pvd nero della nuova collezione del brand

    Collana Brosway con diversi cristalli

    Prezioso con cristalli lavander, tanzanite e light sapphire Swarovski

    Gioiello Brosway 2014 con fascia in cristalli turchesi

    Collana arricchita da cristalli Swarovski colorati della nuova collezione del brand

    Collana Rever con cuore

    Gioiello per chi ama vivere intensamente, dalla collezione 2014 di gioielli Brosway

    Brosway, gioiello 2014 con cristalli

    Collana a forma di cuore con cristalli Swarovski della nuova collezione del brand

    Gioiello a fiori

    Dalla collezione 2014 di gioielli Brosway, prezioso in acciaio e pvd rosa

    Gioiello Brosway 2014 con àncora

    Prezioso dal design moderno proposto dal brand per la nuova collezione

    Gioiello con piastra

    Collana in acciaio e pvd nero dalla collezione 2014 di gioielli Brosway

    Gioiello Brosway 2014 con simbolo della fortuna

    Collana dedicata a chi vuole essere artefice del proprio destino

    Orecchini a fiori

    Preziosi ispirati alla primavera dalla collezione 2014 di gioielli Brosway

    Orecchini floreali

    Preziosi con design ispirato alla primavera, della nuova collezione del brand

    Prossime foto

    Dodo gioielli Autunno-Inverno 2017-2018
    Gioielli Rebecca inverno 2018
    Gioielli Autunno-Inverno 2017-2018
    Gioielli Stroili Oro inverno 2018
    Gioielli Trollbeads Autunno Inverno 2017-2018
    Catalogo gioielli Pandora Inverno 2017-2018
    Galleria di immagini e foto: Gioielli Brosway 2014
    Collana Frame con cuore
    Gioiello Brosway 2014, anello Riflessi
    Gioiello Brosway 2014 in acciaio Riflessi
    Anello Riflessi
    Anello Riflessi in acciaio
    Gioielli Brosway 2014, collana Break
    Collana con ciondolo intrecciato
    Gioielli Brosway 2014, collana con cristalli colorati
    Collana con cuore
    Gioielli Brosway 2014, collana Romeo & Juliet
    Gioielli Brosway 2014, collana Frame
    Collana in acciaio con cristalli colorati
    Gioielli Brosway 2014, collana con cristalli
    Collana in acciaio Frame
    Collana in acciaio Brosway 2014
    Collana Riflessi
    Collana Brosway 2014 Romeo & Juliet
    Orecchini con cristalli Swarovski
    Gioielli Brosway 2014, orecchini con perle
    Orecchini in acciaio con perle
    Gioielli Brosway 2014, orecchini in oro rosa
    Gioiello Brosway 2014 con ciondolo nero
    Collana con pavè cristalli viola
    Gioiello Brosway 2014 simbolico Romeo & Juliet
    Gioiello con cerchi intrecciati
    Gioiello Brosway 2014 con ciondolo a croce
    Callana floreale in acciaio
    Gioiello Brosway 2014 con ciondoli in pvd oro rosa
    Collana con ciondolo in acciaio
    Gioiello Brosway 2014 con ciondolo nero
    Collana Brosway con diversi cristalli
    Gioiello Brosway 2014 con fascia in cristalli turchesi
    Collana Rever con cuore
    Brosway, gioiello 2014 con cristalli
    Gioiello a fiori
    Gioiello Brosway 2014 con àncora
    Gioiello con piastra
    Gioiello Brosway 2014 con simbolo della fortuna
    Orecchini a fiori
    Orecchini floreali